Mondo Nautica/Surf

Il Surf tra il Poetto e Terramala
23 Marzo 2011 ore 11:21

Il Surf tra il Poetto e Terramala

Mercoledì 9 Marzo 2011. L'eccitazione è forte. I modelli LaMMa WW3 per lo stato del mare danno oltre 5 metri d’onda con periodo di 9 secondi fuori costa. Ci sono tutti i presupposti per la mareggiata annuale del Poetto.

Mentre i normali marinai si preoccupano per due giorni di mare mosso e difficile, i surfer, come quasi sempre nella loro filosofia di vita, vanno contro corrente e si eccitano. Finalmente dopo una lunga attesa arriva una mareggiata per cui vale la pena prendere freddo, vento, pioggia. Finalmente si surfa. Sabato inizia con un sms di Checco Frau, che in questo mondo mi ha fatto entrare e mi tiene dentro. Un messaggio conciso ed esplicito: “Poetto impraticabile. Capolinea Terramala”. Pantaloni tecnici, pile, giacca a vento, scarponi, borsa completa (controllata due volte per sicurezza) e poi in macchina. Lungo la Leonardo da Vinci, la bretella che collega il Poetto a Villasimius nel territorio di Quartu, guido osservando il cielo uggioso e controllo il mare. Su alcuni spot “alternativi” vedo surfer in esplorazione e altri che già si cambiano, ma il mio appuntamento è al capolinea della linea 1Q del Ctm, in quel di Terramala, pochi chilometri più avanti. Uno spot noto come “il Gambero”, per via del ristorante che si affaccia lì vicino. Come arrivo, il piazzale dove di solito fa manovra con ampio margine il bus della linea, è intasato di automobili e non sono ancora nemmeno le 10 (continua sul giornale).

Le nostre riviste

Luglio 2018
Copertina del magazine di Luglio 2018
Agosto 2018
Copertina del magazine di Agosto 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 25 Agosto 2018 ore 14:00 al 25 Agosto 2018 ore 23:00