Mondo Pesca/Aziende

Anche la pesca nel finanziamento Isi
30 Aprile 2019 ore 08:02

Anche la pesca nel finanziamento Isi

Per promuovere comportamenti virtuosi nel tessuto economico e far sì che gradualmente si producano miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, l’Inail pubblica Isi, un avviso pubblico di finanziamento.

Investire in sicurezza è un valore per la tutela dei lavoratori, ma anche per la produttività delle aziende. Per promuovere comportamenti virtuosi nel tessuto economico e far sì che gradualmente si producano miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, l’Inail pubblica annualmente un avviso pubblico di finanziamento denominato ISI. L’ultimo bando, in corso di svolgimento, mette a disposizione quasi 370 milioni di euro a fondo perduto, la somma più alta finora stanziata dall’Inail, che a partire dal 2010, in nove edizioni dell’iniziativa, ha destinato a questa finalità oltre due miliardi di euro. Tra le novità di quest’anno l’introduzione del sub-asse, dedicato ai progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale e l’inserimento dei settori della pesca e del tessile, nell’asse 4, che offre 10 milioni di euro alle micro e piccole imprese che operano in ambiti specifici.
Suddivisi in cinque assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti, i contributi, erogati in conto capitale, possono coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati dal bando per ciascuna misura.
Asse 1, (Isi generalista), 182 milioni di euro, ripartiti in 180 per i progetti di investimento e due milioni per gli interventi riguardanti i modelli di organizzazione e responsabilità sociale. Asse 2, (Isi tematica), 45 milioni, per i progetti di riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi, possono accedere a questa misura gli enti del terzo settore anche non iscritti al registro delle imprese ma censiti in albi nazionali e regionali. Asse 3 (Isi Amianto), 97 milioni, per gli interventi di bonifica. Asse 4 (Isi micro e piccole imprese), 10 milioni, per le imprese della pesca e del tessile, abbigliamento, articoli in pelle e calzature. Asse 5 (Agricoltura), 35 milioni, di cui, 30 per tutte le aziende e 5 per i giovani agricoltori under 40.
Per il settore della pesca e per tutte le micro e piccole imprese che rientrano nell’asse 4, l’Inail mette a disposizione, per ciascun progetto ammesso al finanziamento, da un mini- mo di 2 mila fino a un massimo di 50 mila euro.
La presentazione delle domande avviene in via telematica, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi. Da giovedì 11 aprile fino alle ore 18 di giovedì 30 maggio, le aziende possono compilare e salvare la propria domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail. La richiesta potrà essere inoltrata online, nei giorni e negli orari di apertura dello sportello informatico (“click day”), che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire da giovedì 6 giugno.
Per accedere al contributo le imprese collocate in posizione utile dovranno poi confermare la domanda inserita online, tramite l’invio della documentazione prevista per ciascuna tipologia di progetto.

Per informazioni: Contact Center 06.6001 per i collegamenti da rete telefonica fissa e mobile, disponibile secondo il piano tariffario del gestore telefonico di ciascun utente.
www.inail.it 

Le nostre riviste

Luglio 2018
Copertina del magazine di Luglio 2018
Agosto 2019
Copertina del magazine di Agosto 2019

Eventi

Prossimo evento

Dal 25 Agosto 2019 ore 06:00 al 25 Agosto 2019 ore 19:00