Mondo Nautica/Uomini & barche

Cora e l'Onorevole pescatore
27 Settembre 2010 ore 12:33

Cora e l'Onorevole pescatore

Ignazio Artizzu, una pietra miliare del giornalismo isolano e della politica, ma anche della nautica e della pesca ricreativa. L’abbiamo incontrato, in mare, a bordo del suo storico Bertram 33.
Alberto Belfiori

A cavallo tra gli anni ‘50 e ’60, in due diverse località, geograficamente agli antipodi, Newport e Bombay, si sviluppò, in maniera assolutamente indipendente l’una dall’altra, una nuova carena planante che differiva moltissimo da quelle comuni per la chiglia a V profondo e la presenza dei pattini di sostentamento. Una rivoluzione apprezzata anche nelle gare di motonautica dove spopolò per la capacità di affrontare il mare mosso e sbaragliare gli avversari. La prima realizzazione, ancora in legno, era lunga nove metri, si chiamava Moppy e fu costruita, su progetto di Raymond Hunt, da un appassionato velista, Richard Bertram. Non è un caso quindi che l’allora neonato cantiere Betram Yachts, abbia conquistato ben presto la fiducia dei navigatori di mezzo mondo e assunto la leadership assoluta nella vendita delle imbarcazioni. Il primo modello costruito in vetroresina, fu il 31 piedi, mentre il 33 arrivò alla fine degli anni settanta. E proprio di questi anni è anche Cora, il Betram 33 di Ignazio Artizzu, un personaggio noto in tutta l’isola, un mezzobusto per i suoi trascorsi televisivi al tigi, impegnato in politica e sostenuto da successi davvero invidiabili: più votato nella sua lista nella competizione del 2004 e più votato in assoluto in queste ultime regionali del 2009 (continua sul giornale).

Le nostre riviste

Luglio 2018
Copertina del magazine di Luglio 2018
Agosto 2018
Copertina del magazine di Agosto 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 25 Agosto 2018 ore 14:00 al 25 Agosto 2018 ore 23:00