Mondo Pesca/Spinning

Diavolo Rosso
4 Gennaio 2018 ore 10:09

Diavolo Rosso

L’abbassarsi della temperatura, tipico dell’inverno, dà il benvenuto nel sottocosta ad un predatore Doc, dal corpo affusolato e dalle tecniche di caccia precise e voraci. Si muove in branco ed è soprannominato Diavolo Rosso...
Michael Nuscis

Preda ambita da tutti i pescatori, il calamaro (Loligo vulgaris), appartiene alla famiglia dei cefalopodi e, con l’arrivo della stagione fredda, si avvicina alla costa dove è possibile pescarlo per un ampio periodo che si può protrarre sino a maggio. Si presenta con un corpo affusolato (mantello), molto simile ad un cono, ai cui lati sono presenti delle larghe pinne laterali, più simili a delle ali. Queste permettono al calamaro di muoversi con scatti repentini. L’apparato boccale è formato da un robusto becco contornato da tentacoli, di cui 2 più lunghi che utilizza per afferrare le sue prede. Questi tentacoli sono dotati di forti ventose. La peculiarità interessante del calamaro è la sua pigmentazione che muta a seconda dell'habitat, dell'illuminazione e delle situazioni: infatti, a seconda che il calamaro sia in caccia o scappi da predatori o sia nella stagione riproduttiva, la livrea può variare da un bianco pallido ad un rosso acceso, rubino. Pare che il calamaro utilizzi questa sua capacità di mutare la colora- zione del manto anche per comunicare con i suoi simili. Il calamaro, come tutti i cefalopodi, può spruzzare un inchiostro scuro, da cui prende appunto il nome di calamaro. Tra tutti i cefalopodi il calamaro è il più apprezzato dai pescatori, sia per la prelibatezza delle sue carni che per la combattività che esprime durante il recupero.

Continua a leggere sul giornale...

Le nostre riviste

Luglio 2018
Copertina del magazine di Luglio 2018
Dicembre 2018
Copertina del magazine di Dicembre 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 12 Gennaio 2019 ore 08:00 al 13 Gennaio 2019 ore 08:00