Mondo Pesca/Acque interne

Black Bass all'Inglese
30 Novembre 2017 ore 08:14

Black Bass all'Inglese

Il persico trota, predatore per eccellenza, risponde bene anche se pescato con tecniche al colpo. Per l'occasione ho voluto provare ad insidiarlo all'inglese, con attrezzature leggere. Devo dire che le sorprese non sono di certo mancate.
Luciano Angius

Spesso e volentieri capita che qualche black bass attacchi le mie esche mentre sono intento a cercare tutt'altro, principalmente ciprinidi, all'inglese e con la roubasienne. Ho deciso quindi di effettuare una battuta di pesca mirata solo ed esclusivamente ai nostri amici centrarchidi, scegliendo come spot un luogo nel quale la vegetazione sulle sponde è più che abbondante. Diciamo che il momento climatico è l'ideale per provare questo tipo di pesca, perché carpe e tinche, con questo freddo, se ne stanno tranquillamente sul fondo, ben distanti da riva. Quindi noi possiamo insidiare i bass a mezz'acqua lungo le sponde a ridosso della vegetazione. Le giornate migliori sono quelle caratterizzate da acqua fredda, perché durante la notte le temperature scendono parecchio, ma durante il giorno ti permettono ancora, nelle ore di punta, di stare per qualche ora senza il giubbotto. Essendo un predatore, il persico trota, se pescato all'inglese, va continuamente stimolato con costanti richiami dell'esca e della pasturazione. A questo scopo lo stratagemma migliore risulta quello di munirsi di attrezzatura estremamente leggera, per poter godere appieno in tutte le fasi della pescata e cioè il lancio, la mangiata, la ferrata e il combattimento.
 

Continua a leggere sul giornale...

Le nostre riviste

Maggio 2017
Copertina del magazine di Maggio 2017
Dicembre 2017
Copertina del magazine di Dicembre 2017

Eventi

Prossimo evento

Dal 16 Dicembre 2017 ore 14:00 al 17 Dicembre 2017 ore 14:00