Mondo Pesca/Gente di Mare

I Tre Discepoli di Marco Deplano
3 Ottobre 2017 ore 07:39

I Tre Discepoli di Marco Deplano

350 ormeggi, cantiere navale con rimessaggio e un grazioso yachting club, gestito in forma associativa, con bar e raffinato ristorante.

C’è una terrazza sul mare, a Cagliari, a Su Siccu, nell’e- strema periferia orientale del-la città, dove un tempo c’era un ingombrante e cupo bacino di care- naggio che guardava Sant’Elia. È la Marina di Sant’Elmo. 350 ormeggi, cantiere navale con rimessaggio e un grazioso yachting club, gestito in forma associativa, con bar e raffinato ristorante. Un recupero urbano di gran livello in un’area degradata fino a pochi anni fa. Un progetto che nasce nel 1995 per volontà di Marco Deplano (grande e storica personalità della portualità cagliaritana) e che, nel 2005, vede i primi 200 posti barca. Un progetto, ancora in evoluzione, ma a buon punto, che già soddisfa le esigenze cagliaritane e del diportista di passaggio.

 

 

Attualmente la gestione è dei figli Enrico e Luigi a capo, rispettivamente, del marina e del cantiere in rispetto dei singoli percorsi formativi. Mentre Michele gestisce il bar e il ristorante. Una terrazza sulla banchina e i pontili che si allungano sul pelo dell’acqua verso il meridione. Tutto ordinato, pulito, efficiente, dove oltre i servizi, cortesia e ospitalità sono una nota palese e distintiva. Tre professionisti, una famiglia, un’impresa, un’impronta. Ad esempio: la sicurezza, derivata dagli impianti interamente a norma, o il Wi-Fi in tutta l’area, ma anche la disponibilità di ormeggi low cost. E se di impronta si parla, si imputa al cantiere la miglior antivegetativa del Golfo, per il semplice fatto che oltre un’immensa passione per il lavoro, Luigi osserva e fa osservare, scrupolosamente, le indicazioni della casa fornitrice del prodotto. Come in cucina, dove vale il costume di usare preferibilmente prodotti sardi scelti e lavorati con impareggiabile maestria da un giovane e abile chef, per servirli nell’atmosfera della quotidianità o dei numerosi eventi che focalizzano l’attenzione sull’approdo anche dei semplici cittadini che soprattutto nelle serate estive, cercano una piacevole alternativa, una scusa per respirare aria di mare. Una gestione moderna e attenta sia dal lato puramente amministrativo che per i servizi offerti. Esattamente ciò che il capostipite, patriarca dei tempi recenti, di cui ricorre proprio in questi giorni l’anniversario della morte, avrebbe voluto. Del resto... non è forse vero che i figli appendono il cappello dove il babbo ha piantato il chiodo?
www.marinasantelmo.it

Le nostre riviste

Maggio 2017
Copertina del magazine di Maggio 2017
Gennaio 2018
Copertina del magazine di Gennaio 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 27 Gennaio 2018 ore 14:00 al 27 Gennaio 2018 ore 23:00