Mondo Nautica/Navigazione

Segnali Sonori
1 Marzo 2015 ore 00:00

Segnali Sonori

Le norme di circolazione impongono la conoscenza e l’impiego delle segnalazioni sonore e luminose per le manovre, per l’avvertimento in caso di visibilità ridotta e per richiamare l’attenzione, ma sono pochi coloro che si attengono a queste norme.
Marco Sassu

Accade sempre più di frequente di vedere a bordo delle imbarcazioni che navigano nelle acque portuali gesticolare con ampi movimenti di braccia e udire fischi “alla Trapattoni” per richiamare l’attenzione di qualcuno o per avvisare che si è inserita la retromarcia. Questo articolo vuole richiamare l’attenzione dei comandanti delle unità da diporto sulle norme contenute nel Regolamento per prevenire gli abbordi in mare e che, nella Parte D (Segnali sonori e luminosi), alle Regole 32, 33, 34, 35, 36 e 37, stabiliscono le modalità di impiego di tali segnali. La prima regola stabilisce, assieme alla definizione di “fischio”, quelle delle parole “suono breve” e “suono prolungato”. Ricordiamo che un suono breve ha la durata di circa un secondo, mentre il fischio prolungato ha una durata variabile tra quattro e sei secondi.

Continua a leggere sul giornale...

Le nostre riviste

Luglio 2018
Copertina del magazine di Luglio 2018
Novembre 2018
Copertina del magazine di Novembre 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 17 Novembre 2018 ore 14:00 al 17 Novembre 2018 ore 23:00