Mondo Nautica/Vela

Vele che Vincono
10 Gennaio 2014 ore 10:03

Vele che Vincono

La passione e la perseveranza di un giovane ma affermato velista porta fino alla Coppa America e poi tante altre traversate oceaniche, record, riconoscimenti, fama, ma anche un’insuperabile esperienza nella realizzazione di vele...

Spesso ci fermiamo a guardare una barca a vela: ci colpiscono le linee filanti dello scafo, la geometria del bulbo e del timone, l’organizzazione delle attrezzature sul ponte o la rastrematura dell’albero, trascurando il motore che muove e rende viva quella bellissima barca. Quel magico insieme di tessuti che spinge un’imbarcazione a filare più forte, consente ai grandi navigatori di attraversare gli oceani e girare intorno al mondo spinti solo dal vento. Per capire come si progettano e poi si realizzano le vele, proviamo a ricostruire una bella chiacchierata con un uomo che sulle vele tutti i giorni ci scommette la vita di imprenditore e di sportivo: Andrea Mura.
Cosa ti ha spinto a diventare progettista e realizzatore di vele da regata e da crociera?
Eravamo un gruppo di ragazzini dello Yacht Club Cagliari scatenati e tutti molto bravi, allora ai massimi livelli nazionali nella classe 420. Cercavo costantemente di capire come ciascuna piccola regolazione dell’attrezzatura della mia barca potesse influire sulla velocità e usavo gli amici come lepri. Inevitabilmente arrivai alle vele, rendendomi subito conto che lavorandoci direttamente si poteva migliorare le prestazioni in modo molto evidente. A sedici anni decisi che il mio futuro era in mare, tra le vele, e così, dopo il diploma, la strada era praticamente segnata.

Continua a leggere sul giornale...

Le nostre riviste

Maggio 2017
Copertina del magazine di Maggio 2017
Febbraio 2018
Copertina del magazine di Febbraio 2018

Eventi

Prossimo evento

Dal 24 Febbraio 2018 ore 14:00 al 25 Febbraio 2018 ore 14:00